STRAROSSINI 2012, le novità

Direttamente dal sito internet http://www.strarossini.it/ riportiamo l’articolo sulla manifestazione fondistica che diventa GranFondo senza tempo.

L’Edizione 2012 della STRAROSSINI vuole rivoluzionare il modo di concepire le manifestazioni fondistiche dicendo
BASTA con l’esasperazione delle competizioni; Strarossini significa piacere nel pedalare insieme agli altri con il gusto di
assaporare metro per metro il paesaggio che si attraversa. Il percorso si snoda nella Provincia Pesarese, fra sport, cultura, storia e gastronomia in una cornice paesaggistica mozzafiato che si estende dalla costa alle colline, attraversando borghi medioevali a picco sul mare o immersi nelle verdi colline dell’entroterra.

Strade, scelte da alcuni anni per lo svolgimento di manifestazioni ciclistiche professionistiche e dilettantistiche di carattere  nazionale, fra cui ricordiamo le ultime due edizioni del giro d’Italia, cronometro Pesaro Urbino (anno 2008), tappa Pergola Monte Petrano (2009) ed il campionato italiano ciclismo su strada a Saltara (2003).

Nonostante il percorso parta da una città di mare il dislivello complessivo è significativamente importante quasi fosse un
percorso dolomitico. A parte i primi 10 km, il percorso è un continuo saliscendi, fatto di salite non troppo lunghe (max 8 km), e con pendenze non proibitive, a parte alcuni brevi “strappi” in cui la pendenza massima può arrivare anche al 18%.

La Strarossini fa parte del Campionato provinciale di Cicloturismo della provincia Pesarese, nonché del circuito marchigiano “Marche Marathon” (la 3^ di 8 prove), possono partecipare tutti i cicloturisti e cicloamatori, in regola con il tesseramento per
l’anno 2011, appartenenti all’UDACE, UISP, FCI e a tutti gli enti della consulta nazionale ed estera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *