Antidoping: Lista sostanze e metodi proibite 2011, prima parte

La lista delle sostanze e metodi proibiti 2011 | STANDARD INTERNAZIONALE
Prima Parte, Seconda Parte, Terza Parte

Il testo ufficiale della Lista è depositato presso la WADA ed è pubblicato in Inglese e Francese. In caso di disparità tra la versione Inglese e quella Francese, farà fede la versione Inglese. (www.wada-ama.org, 2011 Prohibited List.pdf)

LA LISTA DELLE SOSTANZE E METODI PROIBITI 2011
CODICE MONDIALE ANTIDOPING

In vigore dal 1° Gennaio 2011

Tutte le Sostanze Proibite devono essere considerate “Sostanze
Specificate” ad eccezione delle Sostanze incluse nelle classi S1, da
S2.1 a S2.5, S4.4 e S6.a, e dei Metodi Proibiti M1, M2 e M3.

SOSTANZE E METODI SEMPRE PROIBITI (IN e FUORI COMPETIZIONE)

  • S0. SOSTANZE NON APPROVATE
    Qualsiasi sostanza farmacologica non compresa in alcuna delle sezioni della Lista sotto indicate e che non sia stata oggetto di approvazione da parte di autorità sanitarie governative di regolamentazione per l’uso terapeutico umano (ossia farmaci in fase di sviluppo pre-clinico o clinico o non più autorizzati) è sempre proibita.

SOSTANZE PROIBITE

  • S1. AGENTI ANABOLIZZANTI
    Gli agenti anabolizzanti sono proibiti.
    1. Steroidi anabolizzanti androgeni (Anabolic Androgenic Steroids – AAS)
    • Gli Steroidi anabolizzanti androgeni (SAA) esogeni*, includono:
    • 1-androstenediolo (5α-androst-1-ene-3β,17β-diolo);
    • 1-androstenedione (5αandrost-1-ene-3,17-dione);
    • bolandiolo (19-norandrostenediolo);
    • bolasterone;
    • boldenone;
    • boldione (androsta-1,4-diene-3,17-dione);
    • calusterone;
    • clostebol;
    • danazolo (17α-etinil-17β-idrossiandrost-4-eno[2,3-d]isoxazolo);
    • deidroclormetiltestosterone (4-cloro-17β-idrossi-17α-metilandrosta-1,4-dien-3-one);
    • desossimetiltestosterone (17α-metil-5α-androst-2-en-17β-olo);
    • drostanolone; etilestrenolo (19-nor-17α-pregn-4-en-17-olo);
    • fluossimesterone;
    • formebolone; furazabolo (17β-idrossi-17α-metil-5α-androstano[2,3-c]-furazan);
    • gestrinone;
    • 4-idrossitestosterone (4,17β-diidrossiandrost-4-en-3-one);
    • mestanolone;
    • mesterolone;
    • metenolone; metandienone (17β-idrossi-17α-metilandrosta-1,4-dien-3-one);
    • metandriolo;
    • metasterone (2α,17α-dimetil-5α-androstane-3-one-17β-olo);
    • metildienolone (17β-idrossi-17α-metilestra-4,9-dien-3-one);
    • metil-1-testosterone (17β-idrossi-17α-metil-5α-androst-1-en-3-one);
    • metilnortestosterone (17β-idrossi-17α-metilestr-4-en-3-one); metiltestosterone;
    • metribolone (metiltrienolone, 17β-idrossi-17α-metilestra-4,9,11-trien-3-one);
    • mibolerone;
    • nandrolone;
    • 19-norandrostenedione (estr-4-ene-3,17-dione);
    • norboletone;
    • norclostebol;
    • noretandrolone;
    • ossabolone;
    • ossandrolone;
    • ossimesterone;
    • ossimetolone;
    • prostanozolo (17β-idrossi-5α-androstano([3,2-c]pirazolo);
    • quinbolone;
    • stanozololo;
    • stenbolone;
    • 1-testosterone (17β-idrossi-5α-androst-1-en-3-one);
    • tetraidrogestrinone (18a-omo-pregna-4,9,11-trien-17β-ol-3-one);
    • trenbolone ed altre sostanze con simile struttura chimica o simile/i effetto/i biologico/i.
    • b. Gli SAA endogeni** quando somministrati per via esogena:
    • androstenediolo (androst-5-ene-3β,17β-diolo);
    • androstenedione (androst-4-ene-3,17-dione);
    • diidrotestosterone (17β-idrossi-5α-androstan-3-one);
    • prasterone (deidroepiandrosterone, DHEA);
    • testosterone ed i seguenti metaboliti ed isomeri:
      5α-androstan-3α,17α-diolo; 5α-androstan-3α,17β-diolo; 5α-androstan-3β,17α-diolo; 5α-androstan-3β,17β-diolo; androst-4-ene-3α,17α-diolo;androst-4-ene-3α,17β-diolo; androst-4-ene-3β,17α-diolo; androst-5-ene-3α,17α-diolo; androst-5-ene-3α,17β-diolo; androst-5-ene-3β,17α-diolo;4-androstenediolo (androst-4-ene-3β,17β-diolo); 5-androstenedione (androst-5-ene-3,17-dione); epi-diidrotestosterone; epitestosterone; 3α-idrossi-5α-androstan-17-one; 3β-idrossi-5α-androstan-17-one; 19-norandrosterone; 19-noretiocolanolone.

    2. Altri agenti anabolizzanti, che includono ma non sono limitati ad essi:

    • Clenbuterolo, modulatori selettivi dei recettori androgenici (SARMs), tibolone, zeranolo, zilpaterolo.
      [Relativamente a questo paragrafo: *“esogeno” si riferisce a una sostanza che non può essere prodotta naturalmente dall’organismo. **“endogeno” si riferisce a una sostanza che può essere prodotta naturalmente dall’organismo.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *